PD tassomane: ora tassa anche i cani, solo se non sterilizzati. Curioso emendamento targato PD che vuole imporre ai detentori di cani una tassa sul diritto alla procreazione

Oltre che curioso anche simbolicamente inquietante, l’emendamento del PD che vuole costringere i proprietari di cani a sterilizzarli.

Sì, sì, proprio il PD, il Partito Democratico, dove democratico ha, evidentemente, perso qualsiasi contatto con il senso della parola e ogni libertà deve essere tramutata in tassa. E non è una bufala! Si tratta di un emendamento alla legge di bilancio proposto dal deputato Michele Anzaldi.

“I proprietari o detentori di cani non sterilizzati sono tenuti al pagamento di una tassa comunale annuale, istituita da ciascuna amministrazione locale con propria delibera”.

L’emendamento prevede anche esenzioni per i seguenti casi:


INSERTO PROMOZIONALE


esentati dall’imposta: i cani di proprietà di allevatori professionali, i cani esclusivamente adibiti alla guida dei ciechi e alla custodia degli edifici rurali e del gregge, i cani adibiti ai servizi dell’Esercito ed a quelli di pubblica sicurezza; i cani appartenenti a categorie sociali eventualmente individuate dai comuni”.

tassa-sui-cani-non-sterilizzati

La giustificazione di tale iniziativa sarebbe la riduzione del randagismo 1)Legge di Bilancio, emendamento Pd: “Tassa comunale per i proprietari di cani non sterilizzati. Appare, però, strano che siano esentati dall’essere sterilizzati i cani guida e i cani adibiti alla custodia di edifici rurali e i greggi e i servizi dell’esercito, perché? Con quale giustificazione?

Ma tranquillizza il deputato:

“Se si procede con la sterilizzazione, certificata dai medici veterinari abilitati ad accedere all’anagrafe regionale degli animali di compagnia – aggiunge – non si sarà tenuti a pagare il contributo”.

 

 

Bibliografia e riferimenti   [ + ]

Cosa ti fa pensare il post?

Commenta per primo!

Avvisi per
avatar