Uroboro e Cordylus Cataphractus Una curiosa somiglianza tra il simbolo e la lucertola armadillo

Le somiglianze tra il simbolo dell’Uroboro e la Cordylus Cataphractus (Lucertola Armadillo) sono sorprendenti.

Uroboro

Ricordiamo cosa è l’Uroboro, rappresentato nel primo fotogramma (il disegno), e poi passiamo alle informazioni sulla lucertola Armadillo, che tanto gli assomiglia, e alcune riflessioni che mi suggerisce la similitudine.

Uroboro (dal greco οὐροβόρος, dove οὐρά, urà, sta per “coda” e βορός, boròs, sta per “mordace”, aggettivo riferito al serpente), detto anche Ouroboros, Ourorboros, Oroborus, Uroboros o Uroborus, è un simbolo molto antico che rappresenta un serpente che si morde la coda, ricreandosi continuamente e formando così un cerchio.

Significato simbolico
È un simbolo associato all’alchimia, allo gnosticismo e all’ermetismo. Rappresenta la natura ciclica delle cose,[1] la teoria dell’eterno ritorno, quella dell’Uno-Tutto e tutto quello che è rappresentabile attraverso un ciclo che ricomincia dall’inizio dopo aver raggiunto la propria fine.

Nelle culture antiche
Antico Egitto
In Hieroglyphica di Orapollo[1] nella traduzione in volgare di M. Pietro Vasolli da Fiuizano (ossia da Fivizzano), riferendosi all’equivalente geroglifico egiziano si trova questa mirabile descrizione: « Quando vogliono scrivere il Mondo, pingono un Serpente che divora la sua coda, figurato di varie squame, per le quali figurano le Stelle del Mondo. Certamente questo animale è molto grave per la grandezza, si come la terra, è ancora sdruccioloso, perché è simile all’acqua: e muta ogn’ anno insieme con la vecchiezza la pelle. Per la qual cosa il tempo faccendo ogn’ anno mutamento nel mondo, diviene giovane. Ma perché adopra il suo corpo per il cibo, questo significa tutte le cose, le quali per divina providenza son generate nel Mondo, dovere ritornare in quel medesimo. »
Pare che il simbolo si ispiri alla forma della Via Lattea, dal momento che in alcuni antichi testi era considerata un enorme serpente di luce che risiedeva nel cielo e circondava tutta la Terra. http://it.wikipedia.org/wiki/Uroboro

Cordylus Cataphractus

La Cordylus Cataphractus (Lucertola Armadillo) è un rettile esistente oggi in Africa e ha una curiosa somiglianza, in particolare per la posizione ad anello, che assume in alcune occassioni, e che ricorda quella rappresentata nell’Uroboro, ma non solo. Innanzitutto, l’uroboro ha una cosa che i serpenti non hanno, le zampette, che invece ha la Cordylus Cataphractus

Perchè la Cordylus Cataphractus si morde la coda?

Appurata la sorprendente similutidine con l’Uroboros, la cosa più interessante da capire è la motivazione della caratteristica che rende più simile questa lucertola all’uroboro: la posizione a cerchio mordendosi la coda. Pare che il motivo di questa posizione sia di autodifesa dai predatori: infatti, la pelle della lucertola è coperta di scaglie a strati molto protettive, lungo le spine posteriori, sul collo e sulla coda, pertanto, afferrando la coda e arricciandosi ad anello diventa molto scomoda per i predatori.


INSERTO PROMOZIONALE


Questo aspetto sembra molto interessante perché nella trasposizione simbolica, posto che si siano ispirati, chissà quando, e chissa se, o no, alla Cordylus Cataphractus, o qualche animale simile ma estinto, l’aspetto della significazione difensiva potrebbe non essere secondario nel messaggio simbolico.

Cosa ti fa pensare il post?

1 Commento in "Uroboro e Cordylus Cataphractus Una curiosa somiglianza tra il simbolo e la lucertola armadillo"

Avvisi per
avatar
Ordina per:   nuovi | vecchi | più votati
Sara Palazzotti
Ospite
wpDiscuz